Scuola civica bianco

IntegroLAB

IntegroLAB è l’Unità di ricerca del Dipartimento di Scienze Giuridiche sul diritto plurale dell’integrazione. Inteso come insieme di diritti e doveri di comunità ‘in dialogo’ attraverso lo spazio e il tempo, il diritto dell’integrazione si rivolge alla coscienza civica collettiva come dispositivo fondamentale di ‘pacificazione’ e ‘coesione sociale’, in un contesto ambientale in cui il moderno principio di territorialità del diritto sembra lasciare il passo alla progressiva affermazione dei diritti universali. 

L’Unità di ricerca, valendosi della sua composizione pluridisciplinare, si propone di rispondere all’urgenza di un diritto più vicino al cambiamento in atto, stimolato dal trasferimento di soggetti giuridici e modelli culturali e sollecitato dalle spinte dei flussi e dell’economia globale; di un diritto, cioè, che guardi al territorio e alle sue comunità, e risponda con convinzione alle esigenze plurali dell’integrazione. 

Nell’intenzione di dare un segnale attuativo e d’approfondimento ulteriore al documento programmatico della Carta dei Valori della cittadinanza e dell’integrazione (D.M. 23.04.2007), il progetto mira altresì a verificare prassi e argomentazioni teoriche, soluzioni normative intra- e inter-ordinamentali dal mondo antico a oggi, evidenziando criticità e zone d’ombra e mettendo in luce esempi virtuosi e buone pratiche di integrazione, col fine di consegnare alla comunità uno strumento scientifico di consapevolezza storico-giuridico-economica utile e immediatamente fruibile. Per farlo, vuole sollecitare il dibattito scientifico sul tema

  • in seno all’IntegroLAB, quale luogo fisico e virtuale d’incontro periodico e condivisione di intenti e contenuti della ricerca, nazionale e internazionale;
  • attraverso poi la Scuola Civica, il laboratorio di didattica sperimentale sui contenuti scientifico-divulgativi del progetto. Strutturata per aree disciplinari la Scuola Civica si rivolge a cittadini impegnati, studenti degli ultimi anni (IV e V) delle scuole secondarie di secondo grado e cittadini di Paesi Terzi regolarmente soggiornanti che vogliano affrontare un percorso impegnato di cittadinanza consapevole sul tema dei diritti e dei doveri dell’integrazione.

In linea con la Terza Missione dell’Università, le attività dell’IntegroLAB vogliono segnare un’occasione preziosa di avanzamento scientifico e di interazione diretta col territorio, affiancando la tradizionale missione di insegnamento e ricerca, nello specifico, dei giovani studiosi del Dipartimento di Scienze Giuridiche, alla predisposizione di contenuti scientifici a carattere divulgativo sul tema dell’integrazione.

La proposta della costruzione di un Diritto plurale dell’integrazione, poi, frutto delle riletture disciplinari dei singoli settori scientifici coinvolti, dell’interazione degli studiosi tra loro e con soggetti e gruppi sociali sensibili, e calibrata sulle dinamicità e sulle trasformazioni sociali in atto, si inserisce a pieno titolo tra quelle finalizzate a restituire alla comunità un bene scientifico di pubblico servizio, strumentale alle attività di conoscenza e formazione e all’attivazione di modelli partecipativi e innovativi a riscatto della coscienza civica e della coesione sociale.

In un’azione combinata in cui il pedagogico incontra il performativo nel perseguimento di un obiettivo comune, l’IntegroLAB lavorerà alla definizione di un programma condiviso sul Diritto plurale dell’integrazione e articolato per aree multidisciplinari, da sottoporre nei momenti di interlocuzione (Seminari, tavole rotonde, convegni) all’attenzione della comunità scientifica e, quindi, dei soggetti del territorio direttamente o indirettamente coinvolti nel progetto (multistakeholders, laboratorio di Scuola Civica). Così facendo potrà presentarsi come programma scientifico-sperimentale che vuole promuovere una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva delle comunità alle quali si rivolge, e soddisfare l’esigenza e l’urgenza di un intervento fattivo in materia di ricerca e innovazione scientifico-giuridica sul tema dell’integrazione, capace di partecipare alla realizzazione di percorsi educativi e formativi trasversali, innovativi e alternativi. 

Un’azione, quella dell’Unità, che vuole proporre strategie innovative di cittadinanza consapevole e consolidare, attraverso una migliore conoscenza dei profili legati al tema, le relazioni di lealtà dei cittadini con la comunità d’appartenenza e dei cittadini di Paesi Terzi e titolari di protezione internazionale con le comunità d’accoglienza. L’IntegroLAB, quale luogo fisico e virtuale di confronto scientifico, costituisce un riferimento permanente per il Dipartimento e l’Università del Salento sui temi legati al diritto plurale dell’integrazione, mettendo a disposizione di iniziative collaterali, si auspica anche interdipartimentali, le unità di personale coinvolte e i prodotti della ricerca. La presenza, poi, del Corso di Laurea magistrale in Governance euromediterranea delle politiche migratorie, rappresenta un’opportunità privilegiata di sinergia intra-dipartimentale, moltiplicando esponenzialmente le occasioni di approfondimento e divulgazione, oltre che di sperimentazione sul territorio grazie al coinvolgimento diretto degli studenti-operatori. Inoltre, con la Scuola Civica, momento applicativo e di rappresentazione all’esterno delle attività dell’IntegroLAB, si rinnovano e promuovono collaborazioni coerenti ed efficaci con tutti gli stakeholders coinvolti. L’apertura, poi, degli incontri di Scuola Civica agli studenti delle ultime classi delle scuole secondarie di secondo grado rappresenta un utile strumento di confronto col territorio e di avvio di un discorso “orientativo” coerente e strutturato anzitempo ai percorsi di laurea in Giurisprudenza.